MUSIC | GOODBYE STARMAN


GOODBYE STARMAN, NOW THAT YOU ARE WITH THE STARS LET US KNOW HOW'S LIFE ON MARS.

Due settimane fa aveva annunciato il ritiro "definitivo e irrevocabile" dai palcoscenici che non frequentava dal 2006.David Robert Jones - questo il vero nome - nasce a Londra l'8 gennaio del 1947. Il suo primo singolo, Can't help thinking about me, viene pubblicato il 14 gennaio del '66 a nome di David Bowie e The Lower Third. Sette anni dopo è già un mito giovanile, il fondatore del "glam rock", padre putativo di buona parte della generazione del rock inglese. Nel 1973, con uno straordinario concerto all'Hammersmith Odeon di Londra, insieme agli Spiders From Mars, Bowie annuncia la fine di Ziggy Stardust, l'alieno dalla rivoluzionaria ambiguità sessuale che era stato la sua prima incarnazione e il passaporto per il successo.


Nel 1967 un incontro cruciale per la sua carriera, quello con Lindsay Kemp. Dall'artista apprende i segreti della teatralità, della mimica, dell'uso del corpo, elementi fondamentali della sua personalità artistica che si affermerà attraverso le sue tante "personalità", da Ziggy Stardust al Duca Bianco, la figura che schiuderà le porte della new wave. Nei panni di questi due personaggi incide album leggendari come Space Oddity, The Man who sold the world, The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars. All'inizio degli anni Ottante è un mito. Uno dei pochi artisti in grado di conciliare rock e teatro, pop e avanguardia, ambiguità sessuale e arti visive, trasgressione e letteratura. Conta su solidi legami che vanno dal rock'n'roll stardom a Warhol e William Burroughs.Dopo Station to station e The Thin White Duke, Bowie lascia Los Angeles e si trasferisce a Berlino. Con la collaborazione di Brian Eno registra tre degli album più importanti della sua carriera, Low, Heroes e Lodger. Nella capitale tedesca riesce a liberarsi dalla cocaina e inaugura gli anni Ottanta con una nuova, clamorosa svolta stilistica che gli frutterà il più grande successo commerciale della sua discografia, Let's Dance, un raffinato viaggio attraverso il rock'n'roll, il funky, la dance più elegante. E' il periodo più commerciale di Bowie che spiazza ancora una volta i fan formando i Thin Machine, un quartetto chitarra, basso, batteria che suona un rock durissimo, disastroso dal punto di vista del mercato.



Nonostante la sua attività sia rimasta intensissima, negli ultimi anni Bowie non ha più ritrovato il successo: Black Tie White Noise, Outside, Hours, Reality, Heathen sono album lontani dalla magia di un tempo. Ma è rimasto un protagonista.



Non si fa mancare le incursioni nel cinema. Dopo piccole apparizioni, il grande successo nel 1976 come protagonista di L'uomo che cadde sulla Terra di Nicolas Roeg. Ma tra le sue interpretazioni si ricordano anche quella di Furyo in Merry Christmas Mr. Lawrence di Nagisa Oshima del 1983, Absolute Beginners e Labyrinth del 1986 fino a Basquiat di Julian Schnabel del 1996, nel quale ha interpretato il ruolo di Andy Warhol.



Riservato, poco disponibile a interviste, nel 1992 si era sposato con Iman, modella di successo, che da allora gli è sempre stata accanto. Bowie aveva avuto due figli: Duncan Zowie Haywood (nato nel 1971 dal precedente matrimonio con Mary Angela Barnett) e Alexandria Zahra (nata nel 2000), ma considerata sua terza figlia anche Zulekha, nata dal precedente matrimonio di Iman. Dal 1997 viene anche quotato in Borsa, grazie all'emissione dei Bowie Bonds effettuata offrendo a garanzia le royalties ricevute per i dischi venduti fino al 1993 (circa un milione di copie l'anno). Nel 2007 ha ricevuto il Grammy alla carriera, nel 2008 era stato inserito al 23º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone.




15 commenti:

  1. un mito!

    http://www.thefashionprincess.it/

    RispondiElimina
  2. Un genio della musica!
    Ilenia’s wardrobe
    http://www.ileniaswardrobe.com/

    RispondiElimina
  3. Nice post!

    Happy New Year :)

    http://beautyfollower.blogspot.gr/

    RispondiElimina
  4. Un grandissimo Artista con la A maiuscola, ha lasciato il segno!:) baciiii

    RispondiElimina
  5. Come si dice?...Sono sempre i migliori che se ne vanno...eh già.

    Love&Studs

    RispondiElimina
  6. Ti dirò, a me non è mai stato particolarmente simpatico ma devo ammettere che ha lasciato traccia nella storia della musica e qualche sua canzone l'ascolto sempre volentieri.
    Brava per l'articolo, bello e completo.
    baci,
    Eni

    Eniwhere Fashion
    Eniwhere Fashion Facebook

    RispondiElimina
  7. Un grande artista! A me piaceva molto.
    Bacioni!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina

Leave a Sweet comment pleasee!!! thank you!