BABY| L'IMPORTANZA DELLO SVEZZAMENTO E ALCUNI CONSIGLI

 





Lo svezzamento è un momento importante della crescita del bambino, come iniziarlo al meglio e con quali linee guida? Così ha risposto il Prof.Vania durante il webinar “Consigli per uno svezzamento sereno” organizzato da Crescendo Coop durante la Baby Shower Week 2021 che potete trovare comunque qui.


Secondo l’O.M.S. (Organizzazione mondiale della sanità) sarebbe importante iniziare lo svezzamento dopo i 6 mesi compiuti, ma come facciamo a riconoscere se il nostro bambino è pronto per lo svezzamento?

Gli esperti consigliano di fare attenzione ai piccoli segnali che i nostri figli ci mostrano nel tempo, come:



  1. la capacità del bambino di stare seduto

  2. è capace di maneggiare gli oggetti e portarseli alla bocca

  3. è interessato verso il cibo dei genitori (quest’ultima dovrebbe apparire già verso il 4°/ 5° mese, quando i bimbi iniziano a mimare gli adulti) 


Non esiste un vero e proprio schema su come iniziare, ogni bambino è diverso, e raggiunge le tappe di sviluppo in modo soggettivo. Solitamente il primo step avviene con gli omogeneizzati, che sono considerati pasti completi in quanto contengono carboidrati, proteine, grassi e fibre.


Crescendo Coop sostiene l’allattamento al seno e segue le normative dell’O.M.S. consigliando i propri prodotti da svezzamento a partire dai 6 mesi compiuti (e non 4 mesi, come spesso fanno le grandi marche).


Come negli adulti, è molto importante che il regime alimentare del bambino sia ben bilanciato per favorire una crescita sana ed equilibrata, inserendo vari elementi nutritivi ad ogni pasto. Si possono dunque dare ai nostri bimbi alimenti come: uova, pesce, carne legumi, carboidrati e vitamine facendo attenzione a esagerare in nulla, in particolar modo con un’attenzione particolare per le proteine.


Un ulteriore competenza appresa durante l’incontro virtuale di Crescendo Coop è stata quella di capire come ci si può accorgere se il bambino ha assunto troppe proteine:



  1. dall’odore della pipì troppo forte

  2. dall’alito pesante 


È quindi importante non esagerare con le proteine, in quanto un bambino ha necessità di circa 15/20 gr a pasto, inoltre alcuni studi collegano l’assunzione di troppe proteine nei primi 3 anni di età con una tendenza all’obesità.


Per approfondire altri argomenti collegati allo svezzamento vi invito a visitare il sito di Alimentazione Bambini di Coop: una fonte di stimoli davvero interessanti per noi genitori! Un bellissimo progetto che Coop porta avanti da oltre 10 anni per la lotta contro l’obesità infantile e realizzato in collaborazione con pediatri e nutrizionisti esperti dell’infanzia. Dalle ricette agli articoli sull’alimentazione, dai giochi alle guide mediche di primo soccorso pediatrico! 








COME ABBIAMO INIZIATO LO SVEZZAMENTO CON TOMMASO?


Tommy era molto attratto dal nostro cibo sin dai 4 mesi di età, ma abbiamo deciso aspettare i 6 mesi per iniziare.

Abbiamo optato per lo svezzamento tradizionale, iniziando con gli omogeneizzati di frutta di Crescendo Coop che sono realizzati con frutta biologica ed estrema attenzione alla qualità degli ingredienti. C’è da dire che Tommy li ha apprezzati sin da subito in modo spontaneo, il suo preferito è il Mela e Prugna di Crescendo Coop , ma li mangia tutti volentieri! 


Da brava mamma li ho assaggiati anche io e devo dire che sono davvero ottimi e gustosi, realizzati con frutta biologica e senza sale o zuccheri aggiunti, proprio per abituare i bambini al sapore naturale degli alimenti. Questo mi rende davvero tranquilla e consapevole di cosa sto dando da mangiare al mio piccolo.


Dagli omogeneizzati siamo poi passati alle creme, partendo con la Baby crema di mais, riso e tapioca biologica  sempre di Crescendo Coop, che è realizzata con farina di mais e tapioca biologica. È priva di glutine, non contiene latte e derivati, né zucchero o sale aggiunto ed è integrata con vitamina B1, come prescrive la moderna pediatria.


Le farine utilizzate sono prodotte dalla macinazione dei cereali: le più fini sono chiamate creme, quelle più grossolane sono chiamate semolino o fiocchi.

Siccome alcuni cereali contengono il glutine, gli esperti consigliano di iniziare il divezzamento prima con la crema di riso e con la crema di mais, poi con riso e tapioca e successivamente con il semolino e la crema di cereali integrali. 

 

Adesso che siamo agli 8 mesi compiuti stiamo facendo due pasti al giorno e stiamo utilizzando le pastine biologiche di Crescendo Coop, che oltre ad essere di ottima qualità hanno un packaging davvero carino, in particolare a Tommy piace tanto quello delle Stelline. Le grafiche infatti sono curate dalla illustratrice Nicoletta Costa, Nuvola Olga e i suoi amici fanno sempre colpo!

 

Ma ora sono curiosa di sapere le vostre di esperienze, voi che tipo di divezzamento avete utilizzato? Tradizionale o autosvezzamento?


*Post in collaborazione con Crescendo Coop








Nessun commento:

Posta un commento

Leave a Sweet comment pleasee!!! thank you!